Follow me

Prendere a calci in culo la pigrizia
16 aprile 2013|ProfessioneVideo

Prendere a calci in culo la pigrizia

A gennaio io e il Nik siamo stati a Milano per partecipare al corso “Photo to Video” tenuto da Alessandro Bernardi e Andrea Cavallari, che si proponeva di insegnare a girare video e poi editarli con l’uso di Phostoshop CS6. La cosa mi attirava molto perché da qualche tempo volevo iniziare a dedicarmi al video ma non trovavo mai il momento per fare il passo, sopraffatta dalla pigrizia di dovermi mettere ad imparare un nuovo software come Premiere. Quindi ecco la scusa giusta, con Photoshop sarebbe stato sicuramente tutto facile. Pensavo. Ed è grazie a questo pensiero che abbiamo avuto modo di scoprire diverse cosette sul video che ci hanno smosso dallo stallo permanente. Avevamo bisogno di un bel calcio nel sedere per attivarci.
Tornati da Milano ci siamo messi a fare delle prove ma niente di finito. Abbiamo preso una zucca e iniziato a giare delle scene ipotetiche di una ricetta. Facile no? Una cosa fatta in casa, con elementi semplici, senza attrezzatura particolare. Abbiamo prima fatto un po’ di ricerca sullo stile e prese determinate decisioni abbiamo iniziato a girare senza sapere bene cosa fare.
Una cosa era certa: ci piaceva da matti e ci divertivamo tantissimo.

Qualche giorno dopo avevo un appuntamento fuori città da un nuovo cliente che mi ha sorpreso dicendomi “Mi hai fatto perdere un sacco di tempo online a cercare una tua foto, per vedere la tua faccia, volevo sapere chi aspettarmi; ma non ho trovato nulla, dovresti mettere una tua foto perché le persone vogliono avere a che fare con persone, non con le foto che fanno!”. Questo mi ha fatto pensare che, cavoli… aveva ragione! Io non sopporto di dover avere a che fare con persone di cui non conosco i tratti somatici. Lo lasciai con una promessa: mettere al più presto un self-portrait in video sul mio sito per far vedere il mio faccione per bene.

Tempo di ritornare a casa e avevo già tutta la storia in testa; sapevo perfettamente cosa fare l’unico ostacolo era la mia voce. Odio la mia voce registrata e dovevo trovare il modo per escluderla. E così ho pensato di costruire un ritratto in stile film muto, con dei testi scritti che accompagnano le scene. Dopo aver cacciato Nicola di casa mi sono filmata, ho montato ed editato il breve filmato. Insomma, in due giorni avevo tutto pronto. Detto, fatto.
Questo è il risultato. Un breve semplice video che parla di me.

SelfVideoPortrait from CloudJam on Vimeo.

Visto questo, Alessandro mi ha proposto un’intervista per portare la mia testimonianza a chi avrebbe seguito il suo corso a Roma, ma visto che io ero ad Amsterdam, lui a Milano, e il corso si sarebbe tenuto da li a tre giorni… gli ho proposto una piccola testimonianza video alla mia maniera. E così io e Nik ci siamo filmati e abbiamo mandato questo breve video per l’evento di Roma.

Lo Abbiamo Fatto from CloudJam on Vimeo.

A quel punto il buon Nik mi dice “ma perché non finiamo la ricetta della zucca, è così carina…”. E siccome lui ha sempre ragione (beh, quasi) ci siamo messi giù di nuovo su quel progetto, stavolta passando a Premiere per sincronizzare meglio la musica. Alla fine tra intuizione, caso, internet, siamo riusciti a trovare tutto quello che ci serviva per montare la nostra prima video-ricetta. Che soddisfazione! Tutto questo è successo tra febbraio e marzo. Due soli mesi.

Ringrazio per primo Alessandro per il calcio in culo, arrivato nel momento più opportuno, e ringrazio quel cliente per avermene dato un secondo: da li è partita tutta una serie di nuove idee, voglia di fare, incontri che ci stanno portando a buone cose.

Un consiglio: non nascondetevi dietro le vostre macchine fotografiche, quello non è un autoritratto da fotografo. E’ solo un brutto autoritratto.
Per quanto mi riguarda, da un mese a questa parte non ho più fatto foto….

 

7 comments
Share

7 coments

  • 16 aprile 2013 alle 18:54

    Siete super-mitici!!!! VI ADORO!!! 😀 <3

    • Barbara
      16 aprile 2013 alle 19:06

      E noi adoriamo te!!

    • michele
      22 aprile 2013 alle 10:14

      Whoau!!!
      la più bella videoricetta mai vista! Complimenti, trovo i tuoi primi video originali e raffinati, sembrano fatti da un regista esperto. Continua così, brava!

      • Barbara
        22 aprile 2013 alle 17:09

        Ehi, che piacere risentirti. E grazie :-)

  • 16 aprile 2013 alle 20:03

    IO di più vi adoro e voglio il corso ad Amsterdam nella versione for dummies)

  • Andrea
    23 aprile 2013 alle 15:13

    Bell’articolo e bellissimi video!

  • 3 maggio 2013 alle 19:17

    Complimenti davvero.
    bellissima anche la videoricetta! :)

    Max :)

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Post Recenti
    Archivio