Follow me

SMJ Verona, il giorno dopo
18 maggio 2012|Eventi

SMJ Verona, il giorno dopo

SMJ Verona, il giorno dopo

Ieri sera è stato come al solito: estremamente piacevole ed interessante. Mi è dispiaciuto non poter chiacchierare più a lungo con Gio e gli altri senior ma appena arrivati siamo stati assaliti dai junior che puntualissimi hanno varcato la soglia alle 18.58! Una piacevole conferma che l’evento per alcuni era imperdibile. Ho visto tantissime facce, conosciuto piacevoli personaggi, rivisto amici che mi hanno resa orgogliosa del loro operato e visionato centinaia di immagini. Come sempre i livelli sono stati svariati, ma anche quest’anno fortunatamente molti bellissimi progetti e lavori con un capo ed una coda. Insomma, ho visto quello che speravo e sono contenta di aver partecipato perchè mi è servito tantissimo come confronto e come apporto umano.

Alcune considerazioni generali le vorrei riportare qui perchè ho notato il ripetersi degli stessi “errori”, soprattutto tra i più “giovani” a livello fotografico, nella speranza che questo promemoria possa aiutare a migliorare la loro visione e presentazione per il prossimo evento, qualsiasi esso sia.

1. SCELTA DELLE FOTO

Quando presentate delle fotografie portate agli occhi di uno sconosciuto una parte di voi. Accampare la scusa del “non ho fatto in tempo” non fa che peggiorare l’immagine percepita. Dei professionisti mettono a disposizione il loro tempo per voi, cercate di fare altrettanto.

2. SEQUENZA

Tutto deve avere un senso. Le immagini sono le singole parole che raccontano una storia. La vostra. Non sottovalutate il modo in cui mettete in fila le vostre “parole”.

3. PREPARAZIONE

Sono inaccettabili le immagini non postprodotte. Personalmente, quando scatto sono solo a metà dell’opera. Non fate che le vostre immagini sembrino delle opere incompiute.

4. CONFRONTO

Il piacere di eventi del genere non è solo il confronto con dei senior ma anche con gli altri junior. Scoprire affinità e diversità. Ma pochi ne hanno capito il senso. Peccato.

5. CRITICHE

E’ appurato, non siamo su flickr. Queste serate sono fatte per imparare e crescere. Se volete solo i complimenti andate da qualche altra parte.

6. CONDIVISIONE

Condividere le letture degli altri è altrettanto costruttivo. Nessuno lo ha fatto però. Perchè????

7. COPYRIGHT

Andiamo… !!!!! Più di uno ha mostrato le proprie foto, sul proprio pc, col copyright…. come on!!

8. TECNICA

Chi troppa, chi poca. Deve esserci ma non deve essere la motivazione. Imparatela e poi dimenticatevene.

9. MOTIVAZIONI

Impossibile non averne. Anche solo per uscire di casa e farsi 5 o 10 kilometri per vedere uno sconosciuto criticare le proprie immagini. E se non le avete, trovatele.

10. ENTUSIASMO

A qualcuno proprio mancava, ad altri mancava il modo per esprimerlo. Siate sicuri di averlo però!

11. VEDUTE

Andate oltre a quello che avete davanti agli occhi. E’ bene sapere quello che volete fare ma non pensiate che questo basti. Ci sono migliaia di fotografi cazzuti la fuori.

12. APERTURA

Della mente, delle porte, delle idee, ma soprattutto del cuore.

13. SINCERITA’

Le giustificazioni peggiorano la situazione, nascondersi dietro ad un dito a che serve? Siate sinceri ed onesti, in particolar modo con voi stessi.

14. ACCETTAZIONE

Chi avete davanti è li per aiutarvi non per distruggervi. Altrimenti ce ne stavamo a casa. Accettare un punto di vista di verso non è la fine del mondo.

Alla fine della lettura per ogni persona ho regalato un libro fotografico, uno di quelli da cui ho deciso di separarmi per mancanza di spazio, nella speranza che possa aiutarli a trovare degli spunti utili al loro percorso. Grazie a tutti per volerli “custodire”, e grazie di averli accettati. Arrivederci al prossimo anno.

Qui un velocissimo timelapse della serata.

Senior meet Junior 2012 Verona

2 comments
Share

2 coments

  • Ludovico Santi
    23 maggio 2012 alle 11:18

    Già solo il fatto che ci fosse Giorgio Fochesato fra i senior definito da Michele Smargiassi, (persona che ne capisce un pò di fotografia e qualche scatto in più di una persona comune ne ha visto) “un amatore”, che campa vendendo migliaia di immagini plastificate, ne dice molto sulla serietà di questo evento. Ovviamente non mi riferisco a tutte le città italiane in cui si è tenuto ma a Verona in particolare. Senza nessuna offesa per la sua professionalità Barbara, sicuramente di livello “senior”.

    • Barbara
      25 maggio 2012 alle 11:08

      Giorgio l’ho invitato io e questo dice quanta stima ho di lui. Non altrettanata ne ho del secondo personaggio citato da te.
      Pubblico il tuo commento ma non il link all’articolo. Se ne è già parlato troppo e non voglio che si alimentino altre polemiche.

      Nessun altro commento in merito verrà pubblicato. La cosa finisce qui.

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Post Recenti
    Archivio