Follow me

Visa e contratti telefonici
18 gennaio 2013|Amsterdam

Visa e contratti telefonici

Visa e contratti telefonici

Il visto di soggiorno non è obbligatorio per i cittadini europei all’interno della CEE anche se è consigliato per poter accedere ad alcuni uffici/servizi. Uno di questi è l’abbonamento telefonico mobile. Almeno per la compagnia che abbiamo scelto noi. Quindi non so se gli altri hanno la stessa procedura ma il nostro fornitore di telefonia richiede il passaporto con l’adesivo del permesso di soggiorno. Questa è una regola nuova, di al massimo due mesi fa. Al negozio non siamo riusciti a carpire all’addetto nessuna notizia ufficiale, ma pare sia una forma ulteriore di tutela. Inizialmente pensavamo a chi prende un iphone incluso nell’abbonamento, ma poi abbiamo scoperto che viene richiesto anche con la sola SIM. Quindi nulla da fare, ci siamo dovuti ingabolare pure col visto di soggiorno. Per averlo si deve prendere appuntamento all’ufficio immigrazione (IND) e lo si ottiene all’istante senza pagare nulla. L’ufficio di Amsterdam è piuttosto pieno e si rischia di dover aspettare anche tre settimane per un appuntamento, quindi se avete urgenza prenotatevi per tempo. Oppure chiedete un appuntamento in uno degli uffici fuori dal centro, che sono più liberi (e gli addetti sono anche meno stressati e vi aiutano di più).

Quando si va all’ufficio di immigrazione bisogna dichiarare perchè si fa richiesta e come ci si vuole registrare. Le opzioni sono:

  • studente; strada molto semplice ma che richiede di dover presentare dei documenti che attestino lo stato.
  • dipendente; altra cosa semplice, basta presentare unicamente un contratto di lavoro. Se lo avete. Questo è già più difficile.
  • self employee; se avete aperto una partita iva come “one-man business” (quello che da noi è la ditta individuale) dovete presentare una serie di documenti che dimostri le vostre entrate oppure un business plan con indicati gli investimenti che intendete fare e altre scartoffie. Consigliato l’aiuto di un commercialista.
  • other; che include tutto il resto. Turista, fannullone, o chiunque non voglia grane. Unico problema: devi presentare l’estratto conto della tua banca che dimostri che ti puoi sostenere per almeno un anno da solo, senza richiedere aiuti al governo. Insomma, devi avere sul conto almeno 15.000 (quindicimila!!!) euro. Il difetto di questa possibilità è che per cinque anni non puoi chiedere nessun aiuto allo stato, come sovvenzioni per mancanza di lavoro o aiuti per l’affitto etc.

Quindi attenti a come vi dichiarate. E come detto per la maggior parte delle cose nemmeno serve.

In merito al contratto telefonico, le compagnie in Olanda sono diverse, Vodafone, KPN, T-Mobile sono le principali ma poi ci sono tante altre piccole che forniscono tessere ricaricabili o abbonamenti di vario tipo. Come in Italia si può abbinare un telefono o un tablet con la differenza che si può decidere anche quanto far durare il contratto (1 anno o 2 con conseguente cambio di cifra mensile) e alcune compagnie danno la possibilità di cambiare di mese in mese lo scaglione di traffico, sia in up- che in down-grade. Quindi a seconda di quanto consumate potete modificare il vostro abbonamento cambiando la cifra spesa e renderla adatta alle vostre sigenze anche ogni mese. Ci sono dei vantaggi se avete più numeri della stessa compagnia in una stessa famiglia (per essere “famiglia” basta che l’indirizzo di fatturazione sia lo stesso).

Per i contratti internet e tv, alcune compagnie offrono dei pacchetti tutto incluso, alcuni inseriscono pure il cellulare. L’offerta è veramente vasta. La cosa certa è che la tv è solo via cavo (fateci caso, non ci sono antenne sui tetti) e non esiste una tv “libera” come la Rai. Con l’abbonamento standard si ricevono circa 35 canali di cui almeno una decina in inglese (BBC, Discovery Channel e altro; Nico è felicissimo di potersi vedere i Mythbusters su DC seppur in inglese!). Sui canali inglesi i sottotitoli sono in olandese, buon esercizio se volete imparare la lingua. Per l’abbonamento internet bisogna decidere se si vuole quello standard o quello più veloce. E in circa tre settimane siete connessi con l’intero globo.

No comments
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Recenti
Archivio